Digital Marketing

Web Development: le Fasi di Sviluppo di un Sito Web

Al giorno d’oggi possedere un sito aziendale è molto più che una semplice scelta: è un prerequisito fondamentale per il successo di qualsiasi impresa. Il mondo è sempre più digitale ed avere un sito non significa più semplicemente possedere una vetrina online, ma diventa una vera e propria dichiarazione di credibilità, professionalità ed affidabilità. Qualora foste ancora indecisi sulla sua realizzazione per la vostra attività, ecco a voi qualche chiarimento: perchè realizzare un sito web, a chi rivolgersi e quali sono le fasi necessarie per la sua realizzazione?

Premessa: perchè realizzare un sito web e a chi rivolgersi?

Perchè creare un Sito Web?

  1. Un oceano di potenziali clienti. I dati parlano chiaro: il 73% della popolazione in Italia utilizza Internet, con un 83% di utenti mobile ed un 57% di utenti attivi sui social media – e sono dati in costante crescita, con un CAGR di del +10% rispetto allo scorso anno.
  2. Credibilità. Avere una vetrina online è oggi, soprattutto, una questione di credibilità: qualsiasi azienda autorevole è online, l’assenza sul Web può generare incertezza nel potenziale cliente, che potrebbe decidere di rivolgersi a qualcun altro.
  3. Comunicazione 24/7. Un sito web è una vera e propria vetrina per la propria attività, il punto di partenza per far conoscere la propria azienda e trasmetterne professionalità ed affidabilità. Non solo si tratta di un “negozio virtuale” raggiungibile dal cliente in qualsiasi momento e in qualsiasi giorno dell’anno, ma, se ben costruito, la qualità della comunicazione può essere ottimale: una grafica accattivante, contenuti informativi, foto e video possono avere un grande impatto visivo e contribuire alle vendite anche più di una vetrina scintillante.
  4. Un nuovo canale di vendita. I come sempre, la diversificazione è essenziale, tanto quanto lo stare al passo con i tempi. Aprire un sito di e-commerce può rivelarsi la strategia vincente se si vuole dare al vostro business una nuova dimensione.

A chi rivolgersi per la progettazione e lo sviluppo di un Sito?

Innanzitutto, è bene sottolineare che progettare un sito web è una questione complessa, richiede competenze specifiche ed una buona dose di esperienza. Affidarsi ad un buon servizio di consulenza, piuttosto che a web developers e web designers freelance, può rivelarsi la strategia vincente per assicurarsi un Sito Web completo e ben strutturato.

In generale, diverse sono le variabili da considerare per la creazione di un sito di qualità, ma usabilità ed ottimizzazione per i motori di ricerca sono caratteristiche imprescendibili per ogni sito e devono essere tenute in considerazione durante l’intero processo di progettazione, sviluppo e gestione del Sito Web.

  • Con usabilità usability in inglese – si intende la capacità di un sito di soddisfare i bisogni dell’utente finale, garantendo facilità di accesso, navigabilità ottimale ed un buon livello di comprensibilità dei contenuti informativi. Si tratta, in altre parole, di costruire un sito che sia efficacie, e quindi ricco e completo, efficiente e soddisfacente per l’utente, ossia user-friendly.
  • Con ottimizzazione per i motori di ricerca si intende la corretta implementazione di tutti quegli elementi che fanno parte dell’ottimizzazione SEO, ossia che permettono una corretta indicizzazione da parte dei motori di ricerca, soddisfandone i fattori di ranking on-page.

Per questo motivo si rende necessaria la presenza delle adeguate competenze su entrambi i fronti, sia a livello tecnico – ossia in termini di web design e web development, che a livello di SEO, per garantire fin da subito un’impostazione corretta, essenziale per l’indicizzazione del Sito e, di conseguenza, per la sua visibilità.

Realizzazione di un sito web

Generalmente, le fasi di realizzazione di un sito Web sono riassumibili in “4D”: define, design, develop e deploy.

  1. Con define si intende la definizione di obiettivi e tipologia e la definizione di un budget di spesa, essenziale per poter definire le specifiche tecniche.
  2. Con design si intende tutto ciò che riguarda la struttura e l’aspetto grafico del sito, che deve essere user-friendly e graficamente curato.
  3. Con develop si intende la fase di vera e propria progettazione e sviluppo, più o meno complessa a seconda che si opti per un CMS Proprietario o per uno Open Source.
  4. Con deploy si intende, banalmente, tutto ciò che riguarda la gestione del sito: seguirne l’aggiornamento, il traffico, gestirne la promozione ed il marketing.

Per semplicità, riorganizzeremo il discorso in tre fasi fondamentali: progettazione, sviluppo, gestione del sito web e monitoraggio della performance.

Fase 1: progettazione del Sito Web

Prima di procedere con la progettazione del sito, tre sono gli elementi fondamentali da definire: tipologia del sito ed obiettivi, requisiti tecnici specifici, grafica e design.

Definizione della tipologia di sito

Per poter iniziare la progettazione, è necessario innanzitutto definire la tipologia di sito web ed il messaggio che si vuole comunicare, l’obiettivo del sito web. Banalmente, tre sono le tipologie:

  • Landing page, ossia una sito web generalmente costituito da una sola pagina, atto a promuovere un’azione specifica. Si tratta, banalmente, di un sito molto semplice, dalla struttura essenziale, solitamente contenente un semplice plug in per la raccolta dati. E’generalmente associata ad una campagna dedicata di marketing digitale ed è utilizzato, ad esempio, nel caso di promozioni particolari, lanci di nuovi prodotti o servizi, o più semplicemente adibito alla sola generazione di contatti per la newsletter.
  • Un sito aziendale generico, costituito da più pagine, più complesso rispetto alla singola Landing Page – che deve comunque essere presente all’interno del sito – ma meno strutturato di un sito di e-commerce. E’ generalmente adibito alla promozione di azioni diverse ed è adatto per incrementare la brand awareness e per assolvere una funzione principalmente informativa.
  • Un sito di e-Commerce, adibito alla vendita online di prodotti e servizi, più complesso di un sito generico in quanto strutturato su più livelli e arricchito di tutte le funzionalità necessarie per la vendita: non solo presenta più pagine di categoria, sottocategoria e moltissime pagine prodotto, ma deve anche prevedere struttura e plug in adeguati per la gestione di ordini, prenotazioni, pagamenti, recensioni, servizio clienti e tanto altro ancora.

Definizione di eventuali requisiti tecnici

Una volta definiti obiettivi e tipologia  è necessario ragionare su eventuali requisiti tecnici e richieste particolari da soddisfare in caso di esigenze particolari o per lo svolgimento di funzioni specifiche, come automatizzazione di determinate funzioni, importazione di prodotti, presenza di un CRM integrato nell’ERP.

Definizione di grafica e design

Una volta definiti anche eventuali requisiti tecnici, è possibile passare alla parte più light, definendo grafica e design del sito. E’ fondamentale, in questo senso, mantenere il più possibile elementi coerenti con l’immagine e la personalità del brand, ricordando che si tratta, innanzitutto, di una vetrina aziendale.

Nella definizione di una linea grafica si tenga presente, inoltre, che la stessa coerenza deve essere mantenuta fra le varie pagine del sito, che, per non generare confusione durante la navigazione, dovranno riportare il medesimo stile.

Definizione della piattaforma CMS

Un’ultima decisione da prendere, prima di poter procedere con lo sviluppo, è quella relativa alla piattaforma da utilizzare. Le opzioni per sviluppare un sito web sono, fondamentalmente, due: utilizzare un CMS proprietario o un CMS open source.

Cosa significa CMS e in che modo si differenziano le due tipologie?

Innanzitutto, CMS è l’acronimo di Content Management System – in italiano, Sistema di Gestione dei Contenuti – ed è, nella pratica, una piattaforma che permette di gestire in maniera semplificata i contenuti di un sito web, senza dover ricorrere a modifiche del codice, decisamente più complesse e rischiose.

  • Per CMS Open Source si intendono piattaforme conosciute e pubblicamente disponibili, largamente utilizzate, gestionali generalmente economici e flessibili, che rispondono alle esigenze più generiche e si adattano ad un ampio range di clienti.
  • Per CMS Proprietario si intende una piattaforma unica, sviluppata ad hoc per un particolare progetto e che risponde ad esigenze specifiche.

E’ meglio un CMS conosciuto oppure una Piattaforma Proprietaria?

La risposta è sempre la stessa: dipende. Entrambe le tipologie presentano vantaggi e svantaggi. Generalmente, se non si hanno esigenze particolari, è preferibile utilizzare un CMS Open Source: è più user friendly e quindi più facile da gestire, è generalmente ben conosciuto da tutti i professionisti del settore e quindi meno vincolante, è un investimento meno impegnativo e, essendo più utilizzato, è generalmente più facile gestire le problematiche.

In questo senso, CMS popolari come WordPress o Magento, hanno generalmente una buona community di sviluppatori e specialisti: banalmente, è difficile non trovare, nei meandri del web, soluzioni e tips per pressocchè qualsiasi cosa. Allo stesso modo, moltissimi sono i plug in presenti sul mercato ed in grado, per un costo irrisorio e più spesso gratuitamente, di gestire processi più complessi e rispondere alle esigenze più svariate.

Generalmente, ogni web designer avrà una piattaforma CMS preferenziale. Per non rimanere vincolati ad uno sviluppatore, si consiglia di optare per soluzioni più comuni, ugualmente efficienti ma meno complesse, generalmente conosciute dalla maggiorparte dei professionisti del settore.

WordPress è, in questo senso, la soluzione ideale. A differenza di altre applicazioni, la sua semplicità di utilizzo e la sua struttura, già predisposta alla scrittura di blog e contenuti, la rendono un’ottima piattaforma anche per la creazione di siti di e-commerce e le statistiche lo confermano: si stima che il 25% dei siti web sia realizzato in WordPress!

Fase 2: sviluppo del Sito Web

Una volta definite tipologia e caratteristiche ed individuata, sulla base delle specifiche tecniche definite, la piattaforma ideale, si potrà procedere con la realizzazione del sito. Ciò significa, in poche parole, la costruzione di ogni singolo elemento del sito: dal layout alle pagine, dai contenuti testuali agli elementi grafici e dinamici.

Processo di sviluppo: struttura, pagine, testo, grafica

Dopo una prima creazione della struttura – più o meno complessa in base alla tipologia di sito e agli obiettivi del progetto – sarà possibile procedere con la creazione delle pagine – pagine statiche, pagine di categoria, sottocategoria e prodotto, pagine informative, sezione blog e quant’altro. Una volta create, saranno inseriti i contenuti di testo, arricchiti con immagini ed elementi dinamici.

E’ importante, in questa fase, mantenere un’attenzione costante sia all’estetica che alla funzionalità, in modo da facilitare l’interazione degli utenti ed ottimizzare la fluidità nella navigazione, cercando di renderla, per quanto possibile, efficacie anche in termini di esperienzialità.

Un’attezione particolare è rivolta, in questo senso, alla presenza di call to action. Slider, banner ed iperlink costituiscono, infatti, un elemento fondamentale per il raggiungimento di buoni risultati in termini di performance: non solo incrementeranno l’usability del sito, ma forniranno i corretti spunti di navigazione all’utente, permettendo un maggior controllo dei flussi di comportamento.

NB: prestare attenzione alla SEO già in fase di realizzazione!

Come già detto in precedenza, è assolutamente consigliabile rivolgersi a chi ha anche competenze in termini di SEO e non strettamente limitate al mero sviluppo web: per poter garantire la massima prestazione del sito sui motori di ricerca ogni singolo elemento deve essere creato, pensato e strutturato non solo in termini di usability ma anche di indicizzazione, ottimizzando quanto più possibile il sito già in fase di realizzazione.

Un’attenzione preliminare alla SEO garantirà fin da subito una corretta indicizzazione, facilitando il processo di posizionamento: seppur indicare fin da subito keywords specifiche e Tag fondamentali potrebbe rivelarsi, inizialmente, un processo più oneroso, determinerà nel complesso un netto risparmio in termini di tempo di ottimizzazione.

Fase 3: gestione del Sito Web e monitoraggio della performance

Come per ogni cosa, una volta creato, qualsiasi sito web necessità di una corretta gestione e manutenzione, e di un costate monitoraggio della performance.

  • Aggiornamenti automatici con verifica aggiornamenti critici
  • Cloud backup con invio automatico al cliente via cloud (Dropbox, Amazon ecc)
  • Clonazione del sito
  • Controllo di sicurezza del sito web
  • Verifica delle prestazioni del sito web
  • Uptime Monitor con segnalazione sito offline via SMS o EMAIL
  • Rapporti sulle attività del sito con invio automatico ai clienti
  • Collaborazione con il team e clienti
  • SEO Ranking con analisi dei siti concorrenti
  • Google Analytics integrato
  • Modalità di manutenzione
  • Gestione dei commento sugli articoli presenti del sito
  • Gestione del negozio online

Assistenza tecnica

Non tutti nasciamo esperti, è normale trovarsi in difficoltà in varie occasioni, soprattutto quando si ha a che fare con argomenti complessi come la realizzazione di un sito Web. Diventa quindi fondamentale avere rapido accesso all’assistenza tecnica per ogni evenienza.

Può capitare che alcune funzioni non lavorino come pianificato, in quel caso chi commissiona la riealizzazione di un sito Web deve essere sicuro di poter ricevere aiuto nel più breve e più efficace dei modi. Molti errori vengono risolti in pochi secondi dagli esperti del settore, mentre se sono ignorati possono attivare reazioni a catena che vanno a interferire con la struttura complessa dell’intero sito.

Una pronta e attenta assitenza tecnica può fare la differenza in molti casi tra il fortificare ed un rovinare un sito Web!

Gestione Hosting e Server

Bisogna distinguere la gestione del sito dalla gestione del server! Non è solo utile affidare a degli esperti la gestione del proprio sito, ma permettere anche l’hosting e l’accesso al server dove vengono conservati i dati del sito. Così facendo si garantisce un’altro strumento per poter intervenire più rapidamente in caso di errore o danno.

Inoltre degli esperti nel campo potranno anche assicurarsi di sviluppare delle solide basi per il buon funzionanto del sito attraverso la scelta del server migliore e più efficente.

Consulenza tecnica

Tutta una serie di dritte e consigli riguardo a come utilizzare il vostro sito Web, come migliorare al massimo l’esperienza dei vostri utenti, come rendere più accattivante e più funzionale la grafica del sito e tanto altro sono tutto un insieme di fattori che dovrete considerare quando andrete a considerare di creare una pagina Web.

Diventa molto utile per l’ottimizzazione ricevere servizi di consulenza tecnica allo scopo di rendere più navigabile e più user-friendly il vostro sito.

Per concludere: la chiave del successo

In conclusione, la realizzazione di un sito Web è un processo lungo e complesso, che richiede la presa in analisi di moltissime variabili. Per un progetto di successo gli elementi chiave sono riassumibili in punti:

  1. Stabilire con criterio e precisione obiettivi ed esigenze del cliente, in modo da poter definire con altrettanta chiarezza specifiche tecniche e requisiti del sito.
  2. Sulla base di quanto definito, optare per la piattaforma CMS più adatta.
  3. Iniziare fin da subito ad occuparsi della SEO, preoccupandosi di inserire quanti più elementi possibili ai fini dell’indicizzazione e del posizionamento.
  4. Rivolgersi ad un consulente in grado di gestire correttamente il sito e fornire una costanze assistenza tecnica
  5. Monitorare con costanza performance e traffico per ottimizzarne le prestazioni.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *