SEO e Adwords: Quale Canale Offre Maggiori Risultati?

Non passa giorno in cui sui principali siti di settore non si discuta l’eterna diatriba dei canali di acquisizione dei motori ri ricerca. SEO o Adwords? Visite gratuite o visite a pagamento? 

Presentata così sembrerebbe semplice la scelta: tra visite gratuite e visite a pagamento, meglio le prime! Ma un secondo dopo ci viene in mente che migliaia di aziende investono in campagne pubblicitarie a pagamento e se lo fanno significa che hanno un ritorno positivo.

Come orientarsi quindi?

Partiamo dalle basi e capiamo meglio la differenza tra i due canali di acquisizione.

Visite gratuite dai motori di ricerca: SEO

La SEO, search engine optimization, nient’altro non è che quell’insieme di attività che hanno come obiettivo l’aumento della visibilità nelle posizioni gratuite dei motori di ricerca. Ogni motore di ricerca ha un algoritmo che decide come elencare i migliori siti per ogni parola chiave e se si conoscono le regole di questi algoritmi (che seppur segreti sono stati interpretati negli anni con una buona approssimazione) è possibile adottare una serie di contromisure per rendere il sito il più possibile in linea con quello che il motore di ricerca vuole vedere.

La SEO è in continuo mutamento perchè si continua ad adattarre ai cambiamenti dei motori di ricerca.

E’ la base di ogni strategia di visibilità e se poniamo come assodato il fatto che i motori di ricerca non elencano i siti a caso, ma seguono un certo ragionamento, allora posssiamo dire che la SEO è qui per restare.

L’obiettivo di un buon posizionamento organico è semplice ed intuitivo: ottenere visite gratuite senza dover dipendere da campagne pubblicitarie a pagamento su Adwords. 

Ma vediamo meglio cos’è Adwords.

Visite a Pagamento sui Motori di Ricerca: Adwords

Adwords è la piattaforma di Google per gestire campagne pubblicitarie a pagamento su Google. E’ la principale fonte di guadagno di Google che di fatto quasi monopolizza il settore dei motori di ricerca in Italia.

Si possono creare molte diverse campagne con Google Adwords, ma la più diffusa modalità è la campagna search, ovvero la campagna che mostra annunci testuali nella SERP di Google (i risultai di una ricerca su Google).

Il meccanismo di Adwords è abbastanza complesso e verrà trattato in dettaglio in un articolo dedicato. Ciò che adesso ci interessa sapere è che fondamentalmente Adwords si basa sulle parole chiave che gli utenti cercano su Google e annunci mirati a soddisfare tali richieste.

L’obiettivo di Adwords è intercettare traffico a pagamento per determinate parole chiave saggiamente scelte in fase di creazione della campagna.

Ma vediamo come questi due canali si coniugano tra loro.

Come Scegliere tra SEO e Adwords

Entrambe le strategie hanno una ragione di esistere. Dipende molto da come vengono utilizzate e dal settore in cui si opera.

La SEO rimane la base sulla quale costruire la propria visibilità online. Sono pochi i business che si possono basare esclusivamente su traffico a pagamento. La maggior parte delle aziende online, e specialmente gli ecommerce, hanno bisogno di una solida presenza organica per ottenere in modo gratuite e continuativo visite e vendite.

Adwords però è in molti casi il giusto strumento per completare questo zoccolo duro di visite, in quanto permette al cliente di puntare istantaneamente a determinate parole chiavi, anche per periodi di tempo limitati e specifici (ad esempio per pubblicizzare una promozione particolare). Inoltre danno l’opportunità di testare nuove landing page sviluppate su misura per determinate campagne con riscontri molto veloci e facilmente tracciabili.

La scelta della giusta strategia è sempre molto personale e dipende sia dal settore che dall’obiettivo che si vuole raggiungere. L’importante è cominciare l’analisi delle strategie senza pregiudizi e con l’obiettivo di trovare il giusto mix di attività di Digital Marketing per la propria azienda.

La Campagna Adwords Influisce il Posizionamento Organico?

Questa domanda è molto comune.

Se il mio sito ha una campagna Adwords attiva, essa influenza positivamente il posizionamento organico del sito?

Nessuno conosce con certezza l’algoritmo di Google ma numerosi studi empirici hanno dimostrato la non correlazione diretta tra i due canali.

La risposta breve è quindi: no, Adowords non influisce sul posizionamento SEO.

Questo rispecchia pienamente la logica di Google, che vuole dividere il posizionamento organico da quello a pagamento ed evitare che le grosse aziende con budget pubblicitari importanti possano comprarsi tutto lo spazio su Google. L’obiettivo di Google è infatti quello di creare un’esperienza positiva per gli utenti, che altrimenti userebbero un altro motore di ricerca.

Ci sono però alcune correlazioni indirette tra Adwords e la SEO.

Una di queste è l’aumento del CTR. Gli utenti che vedono una pubblicità di un sito sono più portati a cliccare anche sul risultato organico di questo sito e questo incrementa il CTR e quindi da un piccolo incremento al posizionamento per una determinata parola chiave. Allo stesso modo, un utente che ha conosciuto un sito grazie ad Adwords è più portato a cliccare nuovamente in una successiva visita il risultato organico del sito, sempre portando benefici al CTR del sito.

In generale una campagna Adwords rende più visibile un sito e questo può indirettamente beneficiare di nuovi link o condivisioni sui social. Tutti elementi che possono influenzare positivamente sul posizionamento organico.

Avere una campagna Adwords potrebbe quindi indirettamente migliorare leggermente il posizionamento organico, ma questi effetti non cessano se la campagna viene disattivata. Il dubbio di molti inserzionisti di Adwords è che nel momento in cui smettono di investire su Adwords il loro posizionamento organico ne risentirà. Questo non accade, Google non punisce chi smette di fare pubblicità!

 

L’obiettivo di una campagna di Digital Marketing è trovare il giusto mix di diversi strumenti per portare il massimo beneficio in termini di visibilità e vendite per il cliente. SEO e Adwords sono entrambi ottimi strumenti per raggiungere questo obiettivo, e ogni realtà online ha caratteristiche e bisogni diversi da valutare volta per volta.