Digital Marketing

Utilizzare i social network per migliorare le attività di comunicazione di una onlus

social no profit

Il processo di digitalizzazione è un processo che in generale sta coinvolgendo moltissime realtà.

Se per le attività di moltissime imprese manufatturiere la trasformazione digitale si è già consolidata ed è diventata una delle caratteristiche distintive del business d’altra parte ci sono moltissime altre realtà che pur riconoscendo i benefici e vantaggi di questo settore faticano molto ad avviare la trasformazione e ad adattare il loro business alle nuove esigenze del digitale.

In questa categoria indubbiamente vi rientrano anche le onlus che appunto non dispongono ancora delle conoscenze tecniche e delle abilità specifiche per andare a adattare perfettamente il loro business a queste esigenze.

L’innovazione digitale offre infatti moltissime opportunità alle onlus. Queste opportunità non significano solo maggiore visibilità ma mettendo in pratica le giuste tecniche è possibile incrementare le conversioni e andare ad incrementare le donazioni e garantire così uno sviluppo del proprio business.

Le opportunità che il settore del digitale offre alle onlus sono diverse e consistono in un coinvolgimento di diversi ambiti di attività.

Infatti oltre alla possibilità di creare annunci pubblicitari mediante l’utilizzo di Google AdGrant e alla possibilità di migliorare i siti web sfruttando le tecniche della SEO, aspetti che sono stati accuratamente approfonditi in un precedente articolo è possibile anche intervenire con delle campagne di social media marketing.

I social media, in particolare Instagram e Facebook, ricoprono un ruolo centrale nello sviluppo delle strategie di comunicazione per queste realtà.

Apparentemente la gestione di profili sui social network è piuttosto semplice. Ma è necessario sottolineare che la gestione di un profilo di una onlus sui social network non è proprio così semplice ed immediata.

Per trarre il massimo del beneficio da questa gestione dei social è molto importante procedere con una gestione metodica e strategica dei social network. In modo particolare anche per Facebook e Instagram ci sono delle attività e dei consigli mirati da mettere in pratica per rendere i social network dei canali di comunicazione molto efficaci.

Nella realizzazione di una campagna di comunicazione per un’organizzazione no profit è davvero molto importante andare a sviluppare una campagna di marketing integrata su tutti i canali esistenti digitali e non.

Questo indubbiamente significa andare a sviluppare le proprie strategie ed il proprio business anche attraverso l’utilizzo dei social media.

Social media come Instagram e Facebook ad oggi costituiscono i due maggiori social, che vantano un numero di clienti attivi giornaliero particolarmente elevato. Per questo motivo, anche per le onlus è molto importante se non addirittura necessario andare a considerare anche questi canali, in quanto rappresentano una possibile fonte di sviluppo del proprio business particolarmente importante.

Se gestire un profilo personale sui social network è molto semplice, la gestione di un profilo per una onlus non è la stessa cosa e richiede l’utilizzo di strumenti e di competenze specifiche e molto più dettagliate in questo senso.

Nei prossimi paragrafi andremo ad approfondire nel dettaglio i metodi che le diverse organizzazioni no profit dovrebbero mettere in pratica per realizzare delle strategie di social media marketing molto efficaci.

Strategie di social media marketing per le onlus: Facebook

Facebook contrariamente a quello che molti pensano costituisce ancora oggi uno dei social network con il maggior numero di utenti attivi e dovrebbe ricoprire appunto un ruolo chiave nello sviluppo di queste strategie di comunicazione.

Una buona e corretta gestione del profilo Facebook della onlus permette di creare e dialogare con la vostra community ma anche di andare ad occuparvi della creazione e della gestione dei contenuti.

I principali benefici che puoi ottenere da una strategia Facebook ah hoc sono:

  • Incremento dei like alla pagina e dei fan in generale
  • Convertire i tuoi fan in sostenitori
  • Stabilire una relazione duratura con i tuoi fan

Per riuscire però a soddisfare questi obiettivi è molto importante seguire una strategia ed una programmazione mirata ed efficace.

Consigli per l’ottimizzazione di un profilo Facebook

Anche per una gestione efficace dei social network sarebbe opportuno consultare del personale esperto in grado di fornire il supporto ideale nello sviluppo di queste strategie.

  • Accertarsi di aver scelto un’immagine del profilo ad effetto e soprattutto ben rappresentativa dell’essenza del business della tua associazione. Ricordati che immagine del profilo e immagine di copertina costituiscono il biglietto da visita del tuo profilo e quindi se vuoi attirare l’attenzione su di te è molto importante curarla attentamente. Accertati inoltre di avere delle immagini con una risoluzione elevata.
  • Non sottovalutare l’immagine di copertina. Se l’immagine del profilo deve riassumere perfettamente l’essenza del tuo business e quindi magari un logo, l’immagine di copertina può invece focalizzarsi anche su altri aspetti del business e quindi può prevedere anche l’utilizzo di immagini ad effetto. Non va dimenticato che l’immagine di copertina rappresenta anche il posto perfetto per inserire una call to action.
  • Presta attenzione alla scelta delle informazioni da inserire nella sezione dedicata alle informazioni, non dimenticarti in questa fase di inserire un link che rimanda al tuo sito web.
  • Presta attenzione alla scelta dei contenuti da pubblicare. Ricorda che per attirare attenzione e convogliare traffico sul tuo sito web è importante prestare attenzione alla scelta dei contenuti e delle loro tipologie. I contenuti infatti sono fondamentali. Devi infatti fornire delle informazioni interessanti e utili per i tuoi seguaci.

Grazie alla pubblicazione di questi contenuti cerca anche di osservare quali sono i contenuti che hanno degli impatti più significativi al fine di incrementare la possibilità di fare lead generation.

In questo modo creando dei contenuti ad hoc è possibile andare ad incrementare la possibilità di successo e di essere conosciuti sul mercato.

  • Per la realizzazione di contenuti efficaci e ad effetto è molto importante andare a stilare un piano editoriale per la programmazione dei contenuti.

Il piano editoriale infatti è molto importante per andare a programmare la scelta degli argomenti e dei contenuti di riferimento per la realizzazione poi dei post. Con questo strumento puoi infatti andare con facilità ad individuare categorie le categorie con i relativi argomenti suddividendoli poi per frequenza di pubblicazione ma anche per orario ed il momento in cui c’è maggior possibilità di ottenere lead.

Inoltre nel caso specifico di Facebook è molto importante andare ad osservare la tipologia di post da pubblicare. Infatti post con le immagini sono molto più efficaci rispetto alla semplice condivisione di un link.

  • Le interazioni con i tuoi utenti sono molto importanti per dare valore alla community di riferimento. Cercare di rispondere ai commenti nel modo più personalizzato possibile infatti è una gran cosa. Le interazioni inoltre sono molto importanti per le realtà come le onlus in quanto permettono di svolgere anche un’attività di customer care.
  • Una strategia di comunicazione su Facebook non può prescindere da un’analisi della concorrenza. Studiare i propri competitors infatti è fondamentale per comprendere le minacce e le opportunità provenienti dal mercato esterno. Questi infatti sono molto importanti per andare a definire l’impostazione da dare alla propria strategia. A questo proposito mediante l’analisi SWOT è possibile andare a definire con maggiore chiarezza quelli che sono i punti di forza e di debolezza del proprio modello di business su cui fare appunto leva.
  • Ricordati di pubblicare i post con una certa costanza. Gestire un profilo aziendale richiede infatti che venga mantenuta una certa costanza nella pubblicazione dei post. Inoltre sarebbe meglio organizzare l’attività per categorie.
  • Ricordati di utilizzare Facebook anche come strumento per la condivisione dei post e degli altri contenuti presenti negli altri social network tipo Instagram o del tuo sito web.

Oltre a questi suggerimenti per la gestione di un profilo Instagram efficace è necessario approfondire la questione legata alla possibilità di creare pubblicità programmatica su Facebook. Questo significa che vengono creati dei contenuti ad hoc per delle pubblicità a pagamento su Facebook grazie al servizio offerto dall’omonimo social network: Facebook Ads.

Grazie a Facebook Ads è possibile andare a creare delle pubblicità a pagamento mirate e molto efficaci che permettono così di raggiungere in modo mirato e proficuo gli utenti.

La pubblicità programmatica su Facebook infatti permette con dei bassi livelli di spesa di raggiungere dei benefici e dei risultati davvero sorprendenti.

Le campagne su Facebook sono strutturate in modo gerarchico e permettono di andare a colpire la domanda latente e ti permette così di raggiungere gli utenti potenziali.

Strategie di social media marketing per le onlus: Instagram

Se la gestione di un profilo su Facebook per le onlus richiede organizzazione e pianificazione, queste organizzazioni dovrebbero prestare anche particolare attenzione alla gestione del proprio profilo Instagram se esistente.

Anche per le onlus avere un profilo Instagram rappresenta un’opportunità notevole. Infatti il numero di utenti attivi ogni giorno è particolarmente elevato tant’è che supera il numero di 700 milioni di utenti attivi al mese.

Inoltre negli ultimi anni sono cambiate anche molto le regole ed i meccanismi del mercato per cui per mantenere sempre viva la propria competitività sul mercato e per far valere la propria attività è molto importante considerare nel business di una organizzazione no profit anche la possibilità di andare a sviluppare delle strategie anche sotto questo punto di vista.

Come per i profili Facebook la gestione di un canale di comunicazione come Instagram, da un punto di vista più professionale richiede degli sforzi differenti rispetto ad una normale gestione di un profilo Instagram personale.

  • La prima mossa da fare consiste nella creazione di un account se assente e dell’ottimizzazione nel caso di un profilo già esistente. In particolare vi suggerisco di impostare anche il profilo aziendale in quanto questo vi permetterà di ottenere degli highlights molto più dettagliati sul vostro account.
  • Per disporre da subito di un buon numero di followers è consigliabile sincronizzare il profilo Instagram con quello Facebook. In questo modo sarà poi molto più facile la condivisione dei contenuti anche sugli altri social.
  • Inserimento dei contenuti. Instagram offre la possibilità di inserire immagini, video e storie. Se le immagini e i video rappresentano la galleria del tuo account, le stories invece sono temporanee e hanno una durata di sole 24 ore.

I contenuti per portare valore aggiunto all’impresa devono essere organizzati in modo efficace.

  • Le immagini infatti oltre che essere ad alta risoluzione devono tenere conto anche di proporzioni, simmetrie e colori. inoltre queste dovrebbero essere pubblicate con un certo criterio, e stando sempre attenti che queste siano in linea con la brand image e con la corporate culture dell’azienda.
  • L’importanza di variare la tipologia delle immagini. Questo è fondamentale per catturare e mantenere viva l’attenzione degli utenti.
  • Anche le descrizioni ai post vogliono la loro parte. queste caption dovrebbero essere brevi ma molto ad effetto. Questo inoltre è il posto giusto in cui inserire gli hashtag. Queste etichette infatti se scelte con accuratezza ti permettono di acquisire maggiore visibilità.

Tra i contenuti le stories costituiscono sicuramente uno dei contenuti più amati dagli utenti. Trattandosi di contenuti ad alto impatto è molto importante essere autentici e diretti. Le storie sono perfette per condividere momenti che vanno oltre la semplice sfera lavorativa e che vi permettono quindi di mettere maggiormente in evidenza il fattore umano. Un fattore centrale e molto importante per le onlus.

Le stories non devono essere sempre per forza uguali ma è sempre opportuno variare i contenuti, cercando di scegliere quelli più adatti ad un determinato momento.

Con le stories inoltre è possibile anche dar sfogo alla creatività, grazie alla possibilità di aggiungere emoticon o alla possibilità di inserire degli elementi di testo.

Per avere un profilo Instagram molto ottimizzato è molto utile archiviare le stories più importanti e ad effetto nei contenuti in evidenza. Qui è possibile raggruppare in cartelle differenti le stories.

Consigli per ottimizzare un profilo Instagram per le onlus

Dopo aver visto quali sono gli elementi importanti e necessari che un profilo Instagram efficace dovrebbe seguire è importantissimo analizzare alcune strategie per l’ottimizzazione dei contenuti.

In questo senso è strettamente necessario:

  1. Assicurarsi di avere dei contenuti di qualità, vari e coerenti con l’attività della onlus. Questo significa rispettare la personalità del brand attraverso la pubblicazione di svariati contenuti.
  • Variare si i contenuti dei post pur sempre mantenendo una certa armonia.
  • Mantenere una coerenza estetica e di stile nei vari post. Questo permetterà anche alle onlus di mantenere una certa identità visiva.
  • Le immagini dovrebbero essere scelte ad effetto, in modo tale che possano andare a catturare l’attenzione.
  1. Ricordati di inserire post con un forte engagement; questi permettono infatti di coinvolgere gli utenti in prima persona.
  2. La descrizione perfetta per ogni tuo post. Non sottovalutare le descrizioni, sfrutta al meglio lo spazio a disposizione e cerca di comunicare in modo più personale possibile cercando sempre di motivare e coinvolgere i tuoi followers. nel vostro campo inserire dei post emozionali e coinvolgenti è sicuramente molto d’impatto.
  • A questo proposito è molto importante prestare attenzione alla scelta degli hashtag e dei geotag per incrementare la tua visibilità ed il tuo engagement.

Riuscire a mettere in pratica con costanza ed efficacia tutti questi aspetti non è facile soprattutto perché non sempre si dispongono delle conoscenze e delle competenze adeguate per la gestione di un profilo Instagram veramente efficace.

In questo senso infatti vedremo ora come costruire la giusta stretegia:

  • Determinare il target di riferimento. Questo implica andare ad identificare il giusto segmento di mercato per età, luogo, interessi, lavoro ed informazioni demografiche.
  • Fare un’analisi della concorrenza. Anche per Instagram analizzare come si comportano i concorrenti è molto utile.
  • Creare un piano editoriale. Come nel caso di facebook questo vi permetterà di organizzare i contenuti in modo particolarmente efficace e coerente con il calendario delle attività. pianificare con anticipo l’orario di pubblicazione, la tipologia, l’argomento e le descrizioni vi sveltirà molto anche il processo di pubblicazione.
  • Converti i tuoi followers in Sostenitori, per farlo è molto importante creare dei contenuti ad effetto che spingano i tuoi sostenitori a sostenerti ulteriormente.

call to action ONLUS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *