Digital Marketing

TikTok: Guida Completa al Social della Creatività

Se chiedessimo a un giovane under 30 quali sono le app a cui non rinuncerebbe mai, che cosa risponderebbe? Dando per scontati Instagram e Facebook la risposta che meno ci si aspetterebbe è TikTok.

Eppure i dati ci dicono che TikTok dal momento del suo lancio, nel settembre 2016, è arrivato al miliardo e mezzo di downloads. Solo nel 2018, TikTok è stato scaricato 663 milioni di volte. Per fare un confronto, Facebook è stato installato 711 milioni di volte e Instagram “solo” 444 milioni.

Chi definisce TikTok come il “social da tredicenni”, si sta sbagliando di grosso.

È vero che molti degli utenti attivi sulla piattaforma appartengono alla cosiddetta Generazione Z ma vi sorprenderete a scoprire come, al contrario di ciò che si pensa, TikTok sia lo strumento su cui hanno puntato e continuano a puntare molte aziende per il loro marketing.

 Prima di arrivare a parlare di come fare marketing e mostrare il proprio brand su TikTok in maniera efficace e originale andiamo a vedere come nasce, come funziona e il motivo dietro al successo di un social network come TikTok, che a soli 5 anni conta già dei numeri da record.

 

TikTok: l’idea innovativa di puntare su contenuti visivi e multimediali che arriva dalla Cina

Prodotto dalla compagnia cinese ByteDance, TikTok è un social basato sulla creazione di video di massimo sessanta secondi a partire da una base musicale.

Nota anche come Douyin in Cina, TikTok è un social network lanciato nella sua prima versione nel settembre 2016, con il nome musical.ly, e consisteva in un app che permetteva di condividere video di karaoke e coreografie.

Il vero successo tuttavia risale a settembre 2017 quando ByteDance decise di unire attraverso un aggiornamento, le piattaforme TikTok e musical.ly al fine di allargare la base utenti, mantenendo il nome di TikTok.

Da quel momento gli utenti che utilizzavano TikTok, noti come musers o tik tokers, hanno iniziato la loro ascesa al successo e alla popolarità.

Oggi la piattaforma ha un catalogo musicale ricchissimo, che gli utenti possono usare come sottofondo per video di tutti i tipi: ci sono pezzi comici, challenge tra utenti (gamification), clip che aspirano a diventare dei meme, balletti, lip sync e così via.

Tutte le funzioni di TikTok possono permettere di creare video che nel giro di poche ore raggiungono spesso anche parecchie migliaia di views.

Immaginate di creare, in meno di 5 minuti, il video del vostro ultimo prodotto e che esso, in meno di 24 ore venga visto da mille potenziali clienti, avreste dato vita alla vostra miglior campagna pubblicitaria di sempre.

TikTok punta tutto sulle immagini, la multimedialità, la creatività visuale e la capacità di stupire, divertire ed emozionare. Tutto questo in meno di 1 minuto.

 

Creare un account

Come qualsiasi altra app, anche TikTok va scaricata dallo store digitale (Apple Store o Play Store) e installata sul proprio smartphone. Al primo accesso, per passare alla registrazione, basta premere sul pulsante “Mio” e poi su “Registrati“. La procedura è semplice e completamente guidata:

  1. Prima andrà inserito il nome: questo potrebbe già essere presente e associato ad altri profili nei database TikTok ma non è un problema ai fini della registrazione.
  2. Poi sarà la volta dell’Username o tag, il quale dovrà necessariamente essere univoco per il nuovo profilo perché sarà il mezzo attraverso il quale quest’ultimo verrà identificato.
  3. Verrà richiesta un’email, la verifica di essa e una password alfanumerica.

A questo punto il profilo è pronto e non resta che renderlo personalizzato e in linea con il proprio personal brand con alcune aggiunte come:

  1. Un’immagine profilo centrata e adattata alle dimensioni richieste.
  2. In alternativa è possibile inserire un video profilo, aggiungerne uno nuovo o sceglierne uno tra quelli precedentemente pubblicati su TikTok.
  3. Una biografia chiara e immediata che non superi gli 80 caratteri.
  4. Associare al profilo TikTok account personali già presenti su altre piattaforme come Instagram e Youtube.
  5. Cominciare a seguire i nostri amici, conoscenti, followers, vip e idoli, proprio come faremmo su Instagram.

Il profilo è ultimato, ora arriva il bello: creare contenuti originali e di grande impatto visivo con TikTok!

La grafica di TikTok nasconde molti dei suoi punti di forza

La Dashboard di TikTok, esattamente come in quelle dei social network a cui siamo  abituati, è composta da più schermate che possono essere richiamate dalla barra orizzontale posta in basso:

 

  • La prima icona in basso a sinistra è chiamata Home: sulla Home di TikTok verranno visualizzati in ordine temporale prima i video realizzati da utenti da noi seguiti e successivamente contenuti di utenti che non fanno parte dei nostri following, ma che secondo l’analisi di TikTok potrebbero essere di nostro gradimento e pertanto potrebbero essere aggiunti alle persone da noi seguite.

 Lo stesso vale per il nostro profilo, i nostri TikTok saranno mostrati anche sulle home degli utenti che non ci seguono: ecco svelato uno dei segreti di TikTok!

 

  • La seconda icona sempre sulla sinistra chiamata Discover, come suggeriscono sia il nome che l’icona a forma di lente, serve a scoprire nuovi utenti da seguire, a trovare con la funzione “cerca” amici e conoscenti tramite i loro username. Inoltre questa schermata permette di rimanere aggiornati sugli ultimi contest, le più recenti challenge e i filtri di maggior successo, oltre che sui TikTok virali che non puoi assolutamente perderti!

Partecipare alle challenge, usare gli hashtag del momento, commentare e reazionare post di successo accresce la visibilità e la popolarità del proprio profilo e di conseguenza le visite e i followers.

 

  • La prima icona a destra Me è quella che fa riferimento al proprio TikTok, da qui si possono creare nuovi profili, modificare quelli esistenti, tenere d’occhio followers, like e views dei video pubblicati.

 

  • Nella sezione accanto, denominata Inbox si ricevono le notifiche riguardo nuovi followers, like ricevuti o nuove challenge di tendenza che potrebbero interessarti. L’aereoplanino di carta, simile ai DM di Instagram, in alto a destra, indica la chat di TikTok, dove scambiare messaggi privati con altri utenti.

 

  • Arriviamo al bottone centrale, il tasto nero, blu e fucsia (colori caratterizzanti del tema di TikTok) con il simbolo +. E’ qui che prenderanno forma i contenuti che poi andrete a pubblicare nel vostro profilo.

 

Creare contenuti multimediali e renderli virali

La parola magica per il successo di TikTok è solo una: creatività.

TikTok piace perché permette a tutti, anche ai meno esperti di video making e video editing di far emergere il proprio talento e dare ampio spazio alla fantasia.

Le tipologie di contenuti da poter pubblicare su questa piattaforma sono numerose. Andiamo a vederne alcune:

 

  • Sequenza di immagini

Una forma molto popolare di TikTok utilizzato soprattutto a livello aziendale è la sequenza di immagini. Far scorrere più immagini una di seguito all’altra permette di mostrare più prodotti oppure lo stesso prodotto da più angolazioni.

Vediamo come realizzare una sequenza di immagini tramite gli strumenti che l’app mette a disposizione:

  1. Scegliere le foto: le foto possono essere selezionate dalla casella in basso a destra (upload) scegliendo l’opzione multiple oppure scegliendo dei photo templates già preimpostati. La scelta delle foto deve tenere in considerazione anche l’eventuale musica di background.
  2. Scegliere la musica: una volta selezionate le foto si passa alla schermata del video editing, dove è possibile selezionare una canzone o un suono di sottofondo dalle librerie musicali di TikTok costantemente aggiornate con il meglio del panorama musicale.
  3. Scegliere effetti e transizioni: nella sezione effects si possono aggiungere effetti visivi come lo zoom, lo sgranamento, l’effetto invecchiato e molti altri. Vi è una vasta gamma di stickers oltre che diverse modalità di transizione delle immagini e di sdoppiamento dello schermo.
  4. Aggiungere un testo o una gif: nelle ultime due sezioni troviamo l’opzione di aggiunta del testo con vari font e stili che potranno essere posizionati a piacimento sulle immagini, lo stesso vale per le gif.
  5. Aggiungere filtri alle immagini: anche le immagini possono essere editate con filtri che vanno a lavorare sulla loro luminosità e saturazione.

 

  • Video live e lipsync

Lo strumento decisamente più innovativo e che ha fatto di TikTok un’app per tutti i gusti è la creazione di video inediti da veri professionisti del video making.

I video di TikTok non possono avere una durata maggiore di un minuto, ecco perché l’applicazione mette a disposizione due modalità di registrazione: una da 15 secondi e l’altra da 60 secondi.

Il video può essere registrato manualmente tenendo premuto il pulsante centrale o impostando un timer in modo da avere piena libertà di movimento.

Inoltre si può andare a modificare la velocità di registrazione rallentando o velocizzando il video fino a un massimo di 3 volte la velocità originale.

È possibile applicare filtri ed effetti già al momento della registrazione, come anche selezionare già la canzone.

Una delle tipologie di video che su TikTok è diventata popolarissima è il lip-sync. Questa prevede la creazione di uno sketch che abbia come sottofondo una canzone, la voce di qualche personaggio famoso o la citazione di un film mentre la si sta interpretando, perfettamente sincronizzata, in modo che sembri la propria voce naturale.

Caption, hashtag, tag: tutto come su Instagram

L’ultimo step prima della pubblicazione consiste, un po’ come su Instagramnell’inserimento di una caption.

Anche qui è importante che la caption sia accattivante, scorrevole e diretta.

TikTok non è certo il luogo adatto ai monologhi. Descrizioni brevi pagano in un social prevalentemente basato sull’impatto visivo e che prevede una descrizione di massimo 140 caratteri.

Perché il post sia virale  è tuttavia necessario utilizzare i famosi hashtag. Come per Instagram vale la regola di non scegliere hashtag troppo inflazionati ma cercare di rientrare in hashtag di nicchia che permettano al post di comparire tra i primi per quella determinata categoria.

Se il video è realizzato con altri utenti questi possono essere taggati nella caption ma attenzione, TikTok non permette di taggare se stessi quindi per citarsi è sempre meglio utilizzare un hashtag.

Alla fine della schermata vengono mostrate le opzioni di condivisione che possono essere post di Instagram e Facebook, Instagram stories e whatsapp. Naturalmente è previsto anche il salvataggio del video nella gallery dello smartphone.

 

TikTok per le aziende: trasformare i viewers in customers

Eccoci arrivati al punto focale dell’utilizzo di TikTok. Al momento abbiamo parlato solo del lato divertente e originale di questo emergente social ma quali sono i veri benefici per gli utenti e perché sempre più aziende vi ricorrono anche a fini commerciali?

Marchi alimentari (Chipotle e The Bailey Bakery), di bellezza (Fanty BeautyMark Anthony e Hero Cosmetics) o di abbigliamento (NikeGuess e Ralph Lauren) hanno creato un proprio spazio sulla piattaforma. Per non parlare di Google e Coca-Cola che stanno cercando di imporsi grazie a un intelligente mix di hashtag, video e personaggi influenti, che generano un’ondata di nuovi video da parte degli utenti.

Un’opportunità per i brand, ancora una volta, arriva dall’influencer marketing.

In attesa di creare dei propri contenuti, diffusi con canale interamente dedicato, le aziende possono sfruttare personaggi famosi e popolari per irrompere tra il pubblico.

Un sano mix di contenuti (creati dal marchio e generati dall’influencer) è il modo migliore per informare, divertire e coinvolgere il tuo pubblico.

In qualunque modo tu decida di utilizzare Tik-Tok per il marketing, una cosa deve essere chiara: la creatività è un must.

L’errore più grande che tu possa commettere è utilizzare questo social semplicemente aggiungendolo alla lista di canali in cui sei già iscritto. Fare qui un copia e incolla degli stessi post che pubblichi altrove è uno spreco di tempo che non porterà alcun vero risultato!

Se vuoi catturare l’attenzione della Generazione Z, devi essere pronto ad andare oltre, osare, reinventarti di post in post. O meglio di TikTok in TikTok.

Il fatto di avere un solo minuto a disposizione presenta sia aspetti positivi sia negativi. Se da un lato la breve durata permette di evitare che il video venga saltato perché troppo lungo o mandato avanti velocemente (come avviene spesso su Facebook o YouTube), dall’altro esprimersi in soli 60 secondi è una sfida tutt’altro che facile.

Tanto più in un social in cui l’imperativo è: essere autentico.

Creatività e autenticità: sono le due parole chiave su cui basare la tua strategia di marketing su TikTok.

Non è esattamente la cosa più semplice da fare. Soprattutto quando si gestisce un’azienda e non si ha il tempo da dedicare ad attività del genere. TikTok è efficace se usato con costanza e se il feed è sempre aggiornato e nutrito di nuovi e accattivanti contenuti.

Ecco perché quest’attività può essere affidata a un’agenzia di digital marketing, in grado di realizzare video di tendenza cavalcando le novità del momento e le nuove entusiasmanti challenge.

 

Per raggiungere i tuoi futuri clienti puoi continuare a fare “toc toc” alla loro porta sperando che si apra, oppure fare un TikTok e bucare lo schermo!